LA RAGAZZA DEL PIANO DI SOPRA

A tutti piacciono le sventole, ma dopo sposano la ragazza della porta accanto.

Un mito che le ragazze mediamente carine, normali, si raccontano ogniqualvolta l’uomo oggetto dei propri desideri viene fotografato assieme alla bellona di turno.

Viviamo in un Paese in cui esiste la specie della ragazza carina: quella donna non bella da far paura, ma neppure brutta da scartare a propri. Una ragazza sopra la media delle donne normali, ma che non catalizza l’attenzione degli uomini.

Capelli comuni, trucco comune, vestiti omologati, viso comune, voce comune, simpatia nella media, intelligenza normale.

Questo è il mito della ragazza “della porta accanto”; quella tanto osannata negli ultimi anni, “riscoperta” in contrapposizione alle top model. Le varie Miss degli ultimi anni sono tutte ragazze della porta accanto: comuni, normali, carine nella media. Le protagoniste di film e telefilm italiani sono tutte ragazze della porta accanto: mai belle da far girar la testa, mai estremamente conturbanti o affascinanti (e non ditemi che in tutto il Paese non riuscite a trovare un’attrice altamente gnocca under 25).

Il problema quindi sembrerebbe non porsi più, le ragazze della porta accanto a furia di suonare il campanello con la scusa del tubo rotto, sono riuscite nel loro intento.

Ma non hanno fatti i conti con la ragazza che nei prossimi anni entrerà in azione.

Non parliamo più di ragazze carine. Parliamo di ragazze belle: non gnocche o normali, ma belle. Le corrette proporzioni, la forma, la sinuosità. Quelle eleganti. Quelle mai banali. Quelle che hanno letto ma non sono delle intellettuali. Quelle disponibili alla battuta ma a cui non piace la volgarità estrema.

Quelle a cui non dispiace avere un uomo accanto, ma che, se non c’è, ne fanno pure a meno. Quelle che non amano essere psicanalizzate dagli uomini perchè sanno perfettamente quali sono i loro problemi e, se non cambiano, è semplicemente perchè non hanno voglia di cambiare.

Io punto su queste ragazze nel prossimo anno.

Contro la ragazza della porta accanto, punto sulla ragazza del piano di sopra.

Che piuttosto di suonarti il campanello per chiederti di riparare il tubo rotto, cercano di ripararlo da sole o al massimo chiamano l’idraulico; far le scale costa fatica.

Tipica ragazza del piano di sopra mentre svolge la sua funzione: andare al piano di sopra

Alina Twain

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s